La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

detrazioni sulle tasse per l’acquisto

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 


L’estate è arrivata ed è iniziata la corsa all’acquisto dei condizionatori, deumidificatori, per allietare le calde giornate che ci aspettano. Non tutti sanno che acquistando un climatizzatore possono usufruire di agevolazioni fiscali, ammortizzando in questo modo la spesa sostenuta. Spieghiamo qui nel dettaglio di cosa si tratta e come ottenere il bonus condizionatore.

Bonus condizionatore: che cosa è e come ottenerlo

In realtà, non esiste un vero e proprio bonus condizionatore ma esistono tre modi diversi per poter detrarre dalle tasse una parte del costo del climatizzatore, deumidificatore o pompa di calore.

Nel 2019 ci sono in vigore tre diverse agevolazioni e bonus per poter risparmiare sull’acquisto del climatizzatore, questi sono:

  • detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie;
  • bonus mobili (detrazione sempre al 50%);
  • detrazione del 50% o 65% per gli interventi di efficienza energetica (ecobonus).

Per poter usufruire di questi bonus bisogna seguire delle regole, a partire dal metodo di pagamento che deve essere tracciabile alla conservazione della fattura. Documenti che dovranno poi essere presentati al momento della dichiarazione dei redditi del prossimo anno con la quale si potrà beneficiare della detrazione fiscale prevista per il condizionatore acquistato nel 2019.

Dobbiamo anche dire che l’importo del bonus condizionatori che possiamo richiedere dipende da due cose: dal tipo di climatizzatore e dal tipo di intervento. Quindi in base a quale bonus possiamo richiedere dipenderà l’importo che possiamo detrarre dalle tasse.

Vediamo nel dettaglio come funziona per ogni tipo di bonus.

Bonus condizionatori con ristrutturazione edile

Il bonus condizionatore con ristrutturazione edile si ottiene quando si acquista un climatizzatore in seguito ad una ristrutturazione dell’abitazione. Si può detrarre fino al 50% del costo del climatizzatore, in base al Bonus ristrutturazione 2019. Un vincolo importante per poter detrarre il costo del climatizzatore è che questo sia a risparmio energetico. L’importo del bonus ristrutturazione 2019 può arrivare ad un massimo di 96mila euro. Il metodo di pagamento per poter beneficiare di tale bonus e il bonifico – bancario o postale – con causale “Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986”. È importante indicare nel bonifico il codice fiscale del beneficiario della detrazione e la Partita Iva del beneficiario del pagamento.

Bonus condizionatori 2019 risparmio energetico

Il Bonus condizionatori 2019 risparmio energetico si può richiedere quando si sostituisce un vecchio impianto di riscaldamento o condizionamento con un apparecchio a risparmio energetico. La detrazione che si può richiedere è pari al 50% o al 65% del costo del nuovo apparecchio.

La percentuale da poter detrarre dipende dalla tipologia di intervento di efficienza energetica che si vuole affrontare; ad esempio, nel caso in cui il nuovo climatizzatore sostituisce un vecchio apparecchio, le detrazione sarà pari al 65% della spesa su un massimo di 46.154€.

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Detraibilità condizionatori con Bonus mobili

La detrazione per il costo del condizionatore con il bonus mobile è possibile quando si effettuano lavori di ristrutturazione edilizia straordinaria e nel frattempo si acquistano mobili e elettrodomestici A+ (in cui sono compresi anche i condizionatori), potrete usufruire del Bonus mobili 2019, con cui potrete detrarre il 50% dei costi sostenuti dalla dichiarazione dei redditi, per un limite di spesa di 10.000€.

Bonus climatizzatore: come effettuare il pagamento

Un requisito importante per poter richiedere il bonus climatizzatore è il metodo di pagamento, questo deve essere:

  • documentato;
  • fatto tramite bonifico bancario o postale;
  • nel bollettino deve essere indicata la causale relativa ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati;
  • nel bonifico venga indicato il codice fiscale del beneficiario e la Partita IVA (o codice fiscale) del negozio o del rivenditore.

In più sono anche accettati pagamenti fatti tramite carte di credito o carte di debito.

Bisogna conservare tutta la documentazione inerente all’acquisto del condizionatore in quanto valgono come documentazione fiscale.

Bonus climatizzatore: come si calcola l’Iva sul condizionatore?

Il calcolo dell’Iva sull’acquisto del condizionatore è nella misura agevolata del 10% poiché è considerato un bene significativo. Tale aliquota va applicata solo sul costo della manodopera di installazione del condizionatore, mentre sul costo di acquisto dell’apparecchio va applicata l’aliquota del 22%.

Ecobonus e bonus casa 2019: da oggi è possibile la trasmissione all’Enea

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 – inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: “notizie”, vi risponderemo il prima possibile.

Source

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: