La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

730 2019: detrazione interessi mutuo

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 


NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali31 Maggio 2019 ore 11:28Modello 730/2019: come beneficiare del rimborso IRPEF per la detrazione fiscale degli interessi passivi del mutuo ipotecario, in sede di dichiarazione dei redditi

‘;
googletag.cmd.push(function() {
googletag.display(‘div-gpt-ad-1453375844108-0’);
});
}
});
});

Spese detraibili 730: come scaricare gli interessi del mutuo

È arrivato il tempo della dichiarazione dei redditi 2019. Tra le spese detraibili sul modello 730, anche quest’anno rientrano gli interessi passivi del mutuo ipotecario stipulato per l’acquisto dell’abitazione principale. Vedremo come fare per beneficiare del rimborso Irpef per gli interessi versati all’istituto di credito che ha erogato il mutuo.

Altro aspetto molto importante da considerare è che un risparmio per il contribuente è previsto anche in riferimento agli oneri accessori, ovvero quelle spese che si sono rese necessarie per l’accensione del mutuo.

Interessi mutuo ipotecario

Ricordiamo, più in generale, che la detrazione è la sottrazione dall’imposta lorda della voce di spesa considerata. Gli importi relativi agli interessi passivi che possono essere scaricati tramite il modello 730/2019 variano in funzione della tipologia di mutuo che è stato stipulato nonché della data di sottoscrizione. Non rileva in alcun modo la scadenza del contratto di mutuo.

Ricordiamo che le regole per fruire della detrazione fiscale pari al 19% degli interessi pagati alla banca sono contenute nelle istruzioni predisposte dall’Agenzia delle Entrate per la compilazione del modello 730/2019.

Le modalità di detrazione degli interessi passivi variano a seconda che il mutuo sia stato contratto per l’acquisto di un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale oppure di una seconda casa.

Si ricorda che è possibile applicare la detrazione in caso di un mutuo stipulato per costruire l’abitazione principale o per effettuare interventi di ristrutturazione.

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Sconti fiscali sono previsti anche in riferimento a mutui accesi per l’acquisto di immobili non aventi finalità abitativa. Ciò premesso, in questa sede ci occuperemo della detrazione degli interessi mutuo per acquisto di abitazione principale.

Requisiti per portare in detrazione gli interessi passivi del mutuo

Per poter beneficiare degli sconti fiscali in caso di accensione del mutuo occorre la presenza di alcuni requisiti:

  • il mutuo deve essere stato stipulato nei 12 mesi precedenti o successivi all’atto di acquisto dell’immobile;
  • deve riguardare un immobile da adibire ad abitazione principale entro 12 mesi dall’acquisto;
  • il mutuo deve essere acceso dal proprietario dell’abitazione non da chi abbia altro diritto reale, come in caso si usufrutto.

Detrazioni 730 degli interessi mutuo per acquisto abitazione principale

La detrazione fiscale per gli interessi passivi del mutuo spetta al contribuente, a condizione che l’immobile acquistato per effetto del finanziamento sia adibito ad abitazione principale nei 12 mesi successivi all’atto di acquisto.

Per abitazione principale si intende l’abitazione nella quale il contribuente o la sua famiglia dimorano abitualmente. Con il termine famiglia si fa riferimento al coniuge, ai parenti entro il terzo grado e agli affini entro il secondo.

In caso di variazioni, ove l’immobile perdesse il carattere di abitazione principale, il contribuente che ha acquistato casa decadrà dal beneficio fiscale.

Detrazioni 730 degli interessi mutuo

Tuttavia, in caso di ricovero permanente presso istituto di ricovero o sanitario, la decadenza non è prevista, a meno che l’immobile nel frattempo non sia dato in locazione.
Si potrà fruire ugualmente della detrazione qualora l’immobile perda il requisito di abitazione principale a seguito di trasferimenti connessi a motivi di lavoro.

Nel caso in cui l’immobile necessiti di interventi di ristrutturazione prima di essere abitato, la detrazione spetterà dal momento in cui esso viene adibito ad abitazione principale, situazione che deve verificarsi nel tempo massimo di due anni dalla data dell’acquisto.

Un’ultima precisazione da fare riguarda il caso in cui il contribuente abbia comprato un immobile occupato per pregresso contratto di locazione; la detrazione spetterà a condizione che, entro tre mesi dall’acquisto, l’acquirente abbia notificato al conduttore l’intimazione di sfratto per finita locazione ed entro un anno dal rilascio dell’immobile esso sia stato adibito ad abitazione principale.

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 

730 detrazioni interessi mutuo: quanto si può detrarre

Chi sta pagando un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale, in riferimento all’anno di imposta 2018, può risparmiare qualcosa in sede di dichiarazione dei redditi.

Confermata anche per quest’anno la possibilità di detrarre il 19% degli interessi passivi e degli oneri accessori, entro un tetto massimo pari a 4.000 euro. Dunque, al massimo l’imposta lorda potrà essere decurtata di una somma parti a 760 euro.

Detrazione interessi passivi

Qualora il mutuo sia cointestato la somma limite si riferisce in generale all’importo complessivo di interessi e oneri che possono essere detratti dai contribuenti intestatari.

Ad esempio, i coniugi intestatari al 50% del mutuo acceso per l’acquisto dell’abitazione principale possono detrarre al massimo un importo pari a 2000 euro ciascuno. Nel caso invece in cui un coniuge intestatario sia fiscalmente a carico dell’altro, quello che ha sostenuto interamente la spesa potrà beneficiare della detrazione per l’intera somma prevista.

Come scaricare nel 730 gli interessi del mutuo? Per quanto concerne le modalità di compilazione del modello 730, ricordiamo che l’ammontare della somma relativa al 2018 che si può detrarre deve essere riportata nel quadro E (oneri e spese), Rigo E7.

Detrazione 730 interessi mutuo e oneri accessori

Abbiamo detto che oltre agli interessi passivi è possibile detrarre anche gli oneri accessori, in quanto spese imputabili all’erogazione del finanziamento. Si tratta di:

  • la parcella del notaio con l’onorario a lui corrisposto per la stipula dell’atto di acquisto dell’immobile;
  • la parcella del notaio contenente l’onorario versato per la stipula dell’atto di mutuo.
  • spese di istruttoria, perizia e commissioni varie dovute alla banca;
  • le imposte di registro, catastali e ipotecarie;
  • spese per l’iscrizione dell’ipoteca;
  • le spese sostenute eventualmente per autorizzazioni da parte del giudice tutelare e relative all’acquisto nell’ambito di una procedura concorsuale.

Non sono invece considerate oneri accessori le spese per l’assicurazione dell’immobile richieste dall’istituto di credito quale forma di tutela per concedere il finanziamento richiesto.

Cogliamo l’occasione per ricordare che, a fronte della compravendita, anche le spese di intermediazione immobiliare sono detraibili al 19% entro un limite massimo di 1.000 euro.

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Nel caso in cui tali spese vengano sostenute prima del rogito notarile, sarà obbligatoria la registrazione del contratto preliminare.

Detrazione interessi mutuo: quali sono i documenti da conservare

Per poter fruire della detrazione delle somme versate è necessario conservare:

/30 2019: detrazione interessi mutuo e documenti

  • i documenti che attestino l’avvenuto pagamento delle rate del mutuo;
  • il contratto di mutuo stipulato con la banca;
  • l’atto di compravendita della casa;
  • documenti e fatture relative al pagamento degli oneri accessori;
  • l’autocertificazione con la quale si dichiara che l’immobile è adibito ad abitazione principale.

Source

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: